Archivio per la categoria ‘Metal Zone Advice’

consiglia

Negli anni ottanta, un povero metallaro che voleva conoscere le nuove uscite discografiche e sapere quale meritava l’acquisto, doveva affidarsi al passaparola o alla fiducia nel proprietario e/o commesso del negozio di dischi.

Ma in soccorso a questo manipolo di arditi giunserò le fanzine, le attuali webzine solo che allora erano su carta, redatte per lo più da appassionati e a costo di tanti sacrifci anche monetari. Le riviste “patinate” arrivarono solo nella metà degli anni ottanta, 1986 se non vado errato. (altro…)

consiglia

Torna dopo un periodo di pausa dovuto alla pandemia l’evento metal preferito della Capitale, il RomeTal.

Anche questa volta l’organizzatore Marco Fatini e la sua StirredZone ci propongono delle serate ricche di metal per tutti i gusti, di seguito i link agli eventi. (altro…)

consigliaQuesta volta il consiglio esce dai territori metal classico/hard rock/progressive per approdare su lidi più oscuri.

Voglio parlarvi degli Ulfhednar, gruppo romano dedito ad un black metal con testi in italiano e della loro nuova pubblicazione “Il culto dell’agonia” pubblicato oggi 6 giugno. (altro…)

consigliaRoad Syndicate vuol dire un gruppo di amici che ancora crede nella musica, quella fatta col cuore.

Un gruppo di amici proveniente da vari generi musicali, anche distanti tra loro, che è riuscito ad amalgamare il tutto portando sul palco, e nei CD, una miscela che rappresenta le loro varie anime dal punk rock al blues. (altro…)

consigliaSono giovani, sono bravi, sono italiani e hanno tanta voglia di fare e di farsi conoscere… sono gli Ephemeral e in attesa del loro primo full lenght si presentano con questo video “Lock ‘em Out”.

Mi raccomando seguiteli, meritano tantissimo.

 

consigliaMetal Zone Italia inaugura questa nuova rubrica con un consiglio che farà piacere a chi negli anni ottanta frequentava la scena metal romana e a chi vorrebbe conoscere quell’epoca perchè in quegli anni non era ancora nato e ne ha solo sentito parlare dagli “anziani” metallari.

A tal fine abbiamo il piacere di consigliarvi un libro scritto da un personaggio dell’epoca, un musicista oltre che uno scrittore, un certo Umberto “UmbOzzy” Tamilio, “Un sogno americano”. (altro…)